07.07.2017
16:41
Redazione
Hamsik parla dal teatro di Dimaro: prima conferenza della stagione

Hamsik: "E' il mio Napoli più forte, crediamo allo scudetto: Sarri è il primo! La 10 a me? Meglio ritirare la 17! Reina va confermato, su Zielinski ed Ounas..." [VIDEO CN24]

Dimaro-Folgarida. Gentili lettrici e lettori di CalcioNapoli24, benvenuti alla diretta testuale della prima conferenza del Napoli in Trentino a Dimaro Folgarida dal teatro in piazza Madonna della pace. A parlare ci sarà Marek Hamsik alle ore 16 circa, capitano azzurro. Il numero 17 presenterà la stagione appena cominciata nel terzo giorno di ritiro. Nel frattempo sul fronte mercato si muove qualcosa. Lunedì Mario Rui sarà a Villa Stuart per le visite mediche e martedì si presenterà in ritiro a Dimaro

In allegato il video della conferenza stampa integrale. 
 

Tatuaggio più importante della tua vita? Aspetto la fine dell'anno, il giorno dopo esattamente, e chiamerò il mio tatuatore... 

Siamo un grande gruppo, anche all'interno dellop spogliatoio. Troppo importante per tutto il resto, siamo un grande gruppo. 

Sarri ci prepara alla grande, la sensazione è che ci divertiamo sempre con lui. Diamo il massimo e noi sfrutta ogni cosa di noi in campo. Con la conferma di tutti e del mister possiamo solo migliorare. 

Un mio erede in rosa? Fosse per me li fare giocare tutti, alcuni sono cresciuti tantissimo. Quello che mi piace più di tutti è Zielinski, gli auguro di diventare il mio erede. Ma dobbiamo pensare alla squadra. 

Abbiamo seguito il calcio anche in vacanza, ci siamo accorti che c'è grande ottimismo per quest'anno. 

Con la Juve partiamo alla pari. Reina? Sarebbe importante confermarlo, è fondamentale per noi.

Su Ounas: Mi ha fatto una grande impressione, diamogli tempo. Milik o Mertens? Sono diversi. Arek è una prima punta vera, Dries l'abbiamo scoperto l'anno scorso e nessuno se lo aspettava. Si sta bene con lui, perchè gioca bene la palla, ma si gioca bene anche con Arek. Sarà dura per Sarri. 

Il Chievo sarà un impegno molto importante per noi, dopo ci aspettano altre partite. Ma questa ci darà già un segnale su come staremo. 

10 a me? Meglio ritirare la 17, la 10 non si tocca!

Mi sento orgoglioso del fatto che i tifosi del Milan abbiano preso me come esempio da contrapporre al caso Donnarumma. Io sono rimasto a Napoli con il cuore, sono soddisfatto di me stesso, voglio continuare così per raggiungere ulteriori traguardi. Quello più bello sarà quello di cui stiamo parlando da tanti anni. 

Sulla conferma dei pezzi forti: E' stata brava la società a atenere tutti i campioni e tutti i colleghi. Questo ci dà ancora più forza, ci sentiamo più uniti. Non è andato via nessuno, questa è la conferma che la squadra vuole arrivare all'obiettivo. 

Se è il Napoli più forte? Sì, è quello più forte, che mi diverte e fa vedere un gran calcio.

Ci hanno chiesto il favore di rinunciare a qualche giorno di vacanza, una settimana, e noi da professionisti abbiamo accettato. Può darci una mano questo aspetto.

Su Sarri: è il primo che crede allo scudetto, noi possiamo lottare fino alla fine. Bisogna sbagliare davvero pochissimo, è quella la differenza tra chi vince e chi arriva dietro. Ho visto poche debolezze l'anno scorso, ci è mancata quache punto. La piccola crisi di ottobre ha influito, per vincere bisogna sbagliare meno possibile. 

Sullo scudetto: Vedendo la seconda parte dell'anno scorso di campionato ci crediamo, abbiamo fatto da gennaio a maggio un campionato incredibile. Sappiamo che siamo forti, se interpretiamo bene le partite ce la possiamo fare. Ma non sarà facile, le milanesi si sono rinforzate tantissime. Noi dobbiamo pensare a noi stessi e ci dobbiamo credere. Il 97% delle volte il Napoli è bello da vedere, la Juventus è differente. Noi ci basiamo su grande gioco e tattica, è quella la nostra natura. L'anno scorso abbioamo fatto il massimo, non si vede così spesso fare così tanti punti e arrivare terzi.

16.06 - Ecco Marek Hamsik, comincia la conferenza.

15.59 - Qualche minuto di ritardo.

15.52 - Presente al teatro l'addetto stampa dell'SSC Napoli, Guido Baldari. 

15.48 - I giornalisti cominciano a rimepire la platea del teatro comunale di Dimaro. A breve avrà inizio la conferenza stampa di Marek Hamsik. 

 

Fonte : dai nostri inviati a Dimaro: Cannavo, Russo, Vivard, Galiero e Lombardi

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!