12.05.2018
10:45
Redazione
Koulibaly, intervista a Sky Sport, parla del futuro, di Sarri e del razzismo nel calcio

Koulibaly: "In alcuni stadi ti fischiano perché nero o del Sud. Gol indimenticabile allo Stadium! Firenze? Dopo aver visto la Juve vincere così... Mi auguro resti Sarri" [VIDEO]

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport in una lunga intervista, ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24:

“C’ho sempre creduto allo scudetto, anche quando avevamo tanti punti dalla Juve. Sapevo potessimo farcela. Quando ho visto la palla in porta allo Stadium non ho realizzato di aver fatto gol. Poi ho visto l’immagine della squadra che festeggiava è stata una cosa che non dimenticherò mai. 

Sul match perso contro la Fiorentina

Fiorentina-Napoli, sconfitta decisiva : persa nello spogliatoio per Inter-Juve? Forse Sarri ha ragione. Inconsciamente abbiamo mollato. Io non ho guardato la partita, ho fatto bene. Ma giocare dopo e vedere la Juve vincere così è sempre difficile. Siamo colpevoli, ma ci ha fatto male. Nella nostra testa è successo qualcosa e non abbiamo avuto la reazione giusta a Firenze. L’anno prossimo dovremo fare ancora di più per questo scudetto. Arrivare a questo livello non è semplice, abbiamo fatto tantissimo punti ed in altre occasioni con questa classifica avremmo già vinto da qualche giornata. Vogliamo crescere ancora di più per vincere lo scudetto, è una città che ha bisogno di questo titolo. Vogliamo fare la storia. 

Sul futuro di Sarri

"Dobbiamo continuare con lui ma la scelta spetta al mister e al Presidente. Sarebbe importante per il gruppo perchè è un allenatore differente da quelli normali. Vive sempre il calcio e vuole la perfezione. Il Napoli ha bisogno di questo e mi auguro che possa restare.

Sul valore di 100 milioni ed il rapporto con Napoli

Mi dà soddisfazione ma non so se realmente valgo questa cifra. Sarà la gente a dirlo, il mio obiettivo è quello di continuare a lavorare sul campo fino alla fine. Quando sono arrivato ero giovane e qui a Napoli sono cresciuto anche a livello di uomo. Sono diventato anche papà e sono cambiato sotto tutti i profili. L'ho sempre detto che è il posto giusto al momento giusto, quando cammino per la città m fa piacere essere riconosciuto. Questa è una città che mi dà molta fiducia, una cosa che non trovi da altre parti. In futuro dopo la mia carriera tornerò sicuramente a Napoli perchè mio figlio è napoletano e deve vedere dove è nato. 

Sul razzismo

In certi stadi ti dispiaci perchè ti fischiano per il colore della tua pelle o perchè sei del Sud. Siamo arrivati a certi livelli nel mondo che non si possono vedere queste cose. Il calcio è altro, il Napoli ha una rosa che arriva da tutti i paesi. La diversificazione ci può aiutare tantissimo. 

Clicca sul file in allegato per visualizzare il video dell'intervista