Tamponi Lazio, indagato il titolare del laboratorio di Avellino: Guardia di Finanza anche a Formello

09.11.2020
21:00
Redazione

Caso tamponi Lazio

Ultime notizie calcio - L'edizione odierna di Repubblica si sofferma sul caos nel calcio italiano tra Asl e tamponi. Dal quotidiano si legge: 

I magistrati di Avellino indagano con le ipotesi di falso, epidemia colposa e frode in pubbliche forniture sul caso delle incongruenze nei test ai quali sono stati sottoposti i calciatori biancocelesti e in particolare Ciro Immobile. Su delega dei pm coordinati dal procuratore facente funzioni Vincenzo D’Onofrio, la Guardia di Finanza ha acquisito i referti degli esami effettuati presso il laboratorio irpino "Futura Diagnostica", dove i tamponi hanno dato esito negativo diversamente da quelli

del centro Synlab, la struttura di fiducia dell’Uefa. Gli inquirenti si muovono con cautela, al momento nel registro degli indagati è iscritto un solo nome, quello del titolare del laboratorio, Massimiliano Taccone, in questa fase però si tratta di un atto necessario per poter procedere alla perquisizione e al sequestro, non della formalizzazione di un’accusa. I finanzieri sono stati anche a Formello, ma non ci sono tesserati della Lazio sotto inchiesta. La società del presidente Claudio Lotito potrebbe anzi anche assumere la veste di parte lesa qualora dovessero emergere irregolarità. I pm però sentiranno certamente come teste il medico sociale biancoce-leste, Ivo Pulcini, che oggi sarà ascoltato dalla Procura federale.

Notizie Calcio Napoli