VAR ridotta, sorteggio anticipato e protocollo medico: ecco come cambia la Champions League ai tempi del coronavirus

25.04.2020
04:30
Redazione

Champions League, le novità post-coronavirus

Notizie Calcio - Il Comitato Esecutivo UEFA si è riunito ieri in videoconferenza e ha ricevuto aggiornamenti sui gruppi di lavoro istituiti in collaborazione con la European Club Association (ECA), le Leghe Europee (EL) e FIFPRO Europe. Dei due scenari esaminati dal gruppo di lavoro per il calendario, entrambi prevedono che il calcio a livello nazionale inizi prima delle competizioni UEFA per club; uno dei due prevede la gestione delle competizioni in parallelo mentre l'altro prevede di completare le partite dei campionati nazionali prima della ripresa delle partite

UEFA ad agosto. Ne parla la Gazzetta dello Sport:

“Non sarà una Champions come la conoscevamo finora, dal 7 agosto al 29 in 23 giorni si possono giocare 17 partite (oppure 11 con le tre alternative ridotte).

All’Esecutivo è stato affrontato il tema Var: si potrebbe ricorrere a una soluzione “light” con un solo arbitro (ma si dovrebbe intervenire sul protocollo).

Il sorteggio cambierà: quasi sicuro che si svolga prima degli ottavi, ma con le X. Ovvero: la vincente di un ottavo contro la vincente di un altro. Le caselle saranno riempite soltanto dopo. 

Infine, questione medica: il protocollo recepirà le linee guida di quelli dei campionati”

Notizie Calcio Napoli