Caso Leicester-Napoli, le norme anti-Covid fermerebbero diversi azzurri! Club in costante contatto con la UEFA

09.09.2021
16:30
Redazione

Il Napoli è in costante contatto con l'Uefa perché alla luce della normativa anti-Covid in vigore in Gran Bretagna Victor Osimhen (Capo Verde zona rossa), David Ospina (Colombia zona rossa) e Kalidou Koulibaly (Congo zona rossa, squalificato in Europa League) - non André Frank Zambo Anguissa e Amir Rrahmani - non potranno far ingresso nel Regno Unito mercoledì pomeriggio quando è previsto l'arrivo del charter azzurro a Leicester. Ne parla l'edizione odierna de Il Mattino.

"È una caso non di poco conto, visto quello che è successo in Brasile durante il match con l'Argentina. Ed è una questione che i club, Napoli compreso, hanno affidato all'Uefa. Ed è chiaro che tocca a Ceferin trovare una soluzione con il governo inglese, per evitare che ai giocatori venga imposta la quarantena una volta messo piede a Leicester. In queste ore sono febbrili le iniziative diplomatiche e la Uefa pensa anche a due soluzioni alternative: ovvero Leicester-Napoli potrebbe giocarsi in campo neutro, oppure potrebbe essere disposta l'inversione di campo"

CONDIVIDI