Chiariello: “Quando lavori tanto e ti trovi in un nuovo ambiente a lavorare meno, ti chiedi il perché. I giocatori hanno il mio appoggio”

03.12.2019
17:20
Redazione

Umberto Chiariello parla del modo di lavorare di Carlo Ancelotti e si schiera dalla parte dei calciatori

Ultimissime calcio Napoli - In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNapoli:

“I calciatori lo pesano un allenatore, così come l'allenatore pesa i suoi calciatori. Quando

di abituano a lavorare tanto e lavorano poco, si chiedono "ma qui cosa ci faccio?" Giovanni Galli è un esempio: erano una banda di matti, non si allenavano mai e lui cominciò a litigare perché veniva da Sacchi. Non siamo ai livelli di Galli, ma un po' qualcosa c'è. Se sono abituati a due ore di allenamento, non è possibile allenarsi soltanto 45 minuti, da questo punto di vista i giocatori hanno il mio appoggio"

Notizie Calcio Napoli