Malfitano

Gazzetta, Malfitano: "Non credo al ritorno di Benitez, mi disse che non condivideva certe posizioni della società"

25.01.2021
19:40
Redazione

Malfitano de La Gazzetta dello Sport parla del ritorno di Rafa Benitez al Napoli calcio

Napoli - In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Mimmo Malfitano, giornalista de La Gazzetta dello Sport: “Il gol del Verona? Questo ti dà l’esatta dimensione di cosa è questo Napoli. Il Napoli vive uno stato confusionale ovviamente, che ha nell’allenatore il principale responsabile, ma secondo me le responsabilità vanno divise con la squadra e in parte con la società. Come si fa a non criticare i giocatori visti ieri in campo!? Fino a lunedì scorso stavamo esaltando questi giocatori. Stavamo parlando di un Napoli da scudetto, appena sette giorni fa. Oggi stiamo facendo il funerale di una squadra che ieri obiettivamente è stata indecente, inguardabile per come è stata messa in campo. Questi uomini chiave dove stanno?! Chi sono! Questi uomini chiave, se ci sono devono garantire continuità. Il Napoli sta venendo meno nei suoi uomini chiave. Allora non si lamentino quando la critica è severa nei loro confronti. La colpa è sempre nostra di noi giornalisti, che siamo cattivi, che non capiamo nulla di calcio. Non è così. Anche ieri abbiamo visto giocatori di prima fascia essere scandalosi. Allora o non ci siete con la testa non ci siete con la testa o non vi adattate al modo di giocare dell’allenatore. Credo che Gattuso non sia uno stupido, ma abbia un suo carattere nello spogliatoio. Se non rispondono, c’è qualcosa che non va. O non lo seguono o sono stanchi e se lo siete dovete farvi da parte. Dimissioni di Gattuso atto dovuto?

Beh per come stanno le cose obiettivamente… Ci aspettavamo che Gattuso riuscisse a trasmettere anche la sua forza caratteriale, ma mi sto rendendo conto che anche lui ha una fragilità incredibile forse dovuta alla sua malattia, forse dovuta alla gran confusione che si sta creando nel Napoli e intorno al Napoli, ma forse servirebbe per dare una svolta. Io se devo mandarlo via devo sapere a chi affidare la squadra. Benitez uomo giusto? Non lo so. Credo che Benitez abbia conosciuto a fondo De Laurentiis e i suoi modi di fare. Prima di dire sì ci penserebbe molte volte. Prima di essere ammaliato dal Real Madrid, Benitez aveva lanciato chiari segnali che la sua esperienza napoletana sarebbe finita in quella stagione. Ho parlato con lui molte volte e mi ha detto che non si rivedeva in questo ambiente e non condivideva certe posizioni della società. L’ha ritenuta certamente interessante, ma rapportato ad un anno e mezzo fa, il Napoli ha bruciato Carlo Ancelotti. È arrivato Gattuso e anche lui si sta bruciando. Questo vuol dire che c’è qualcosa che non va o nella parte tecnica o nell’ambiente, ma quest’ultimo lo vedo molto genuino. Potremmo dire la stessa cosa, perché stanno giocando Maksimovic e Hysaj. Lo so che il presidente è imbestialito, ma a questo punto nelle quattro mura di Castelvolturno deve prendere l’allenatore e deve dire: “o fai giocare chi deve o te ne vai!”. De Laurentiis deve intervenire, se non lo vuole fare direttamente con l’allenatore, lo deve fare tramite Giuntoli. Perché non deve giocare Rahmani, che è un investimento della società?! Fino quando non ci sarà un intervento deciso della proprietà, io a De Laurentiis imputo solo questo: sta assistendo ad un disgregamento della parte tecnica senza intervenire”.

Notizie Calcio Napoli