Festa di Spalletti in Toscana: il motivo è davvero commovente

18.06.2022
00:15
Redazione

Ultime notizie SSC Napoli - La festa di Spalletti in Toscana di stasera ha una ragione davvero commovente: c'entra il fratello Marcello

Ultime notizie SSC NapoliLuciano Spalletti ha parlato stasera ai microfoni di Sky Sport, direttamente dalla sua Toscana dov'è per un nobile motivo. Una serata davvero importante per il tecnico del Napoli: Spalletti è infatti in Toscana per ricordare il fratello Marcello, scomparso tre anni fa.

Festa Spalletti, il nobile motivo

Come riportato da Sky Sport, infatti, come ogni anno in questo periodo il tecnico toscano presso la Tenuta La Rimessa, nella zona di Montaione, omaggia il fratello scomparso a causa di un brutto male.

Festa Spalletti in Toscana

Sky Sport con Calciomercato - L'Originale ha raggiunto il luogo della festa per una diretta ed un collegamento, con tanti ospiti vip: fra questi GalliBorja Valero, con il tema della festa che è quello degli anni '70. Il clima è apparso comunque molto disteso. Queste le sue parole a riguardo:

"Festa a tema anni ’70? Più che io, la portano avanti gli amici storici di mio fratello, un gruppo storico che si chiama amici per sempre nato da un’idea di mio

fratello nella sua festa del 2018 e a cui i suoi amici hanno voluto dare seguito".

Spalletti sulla prossima stagione del Napoli

E sulla prossima stagione del Napoli, Spalletti a Sky Sport ha dichiarato:

"Cosa mi aspetto dalla prossima stagione? Quando alleno una squadra, i miei calciatori sono tutto: quel che può fare la differenza quest'anno è che sono in una città che ha questa passione infinita per questi colori. Per un tentativo di fare cose importanti. Bisogna stare al gioco. Bisogna prendersi le responsabilità che vuole la piazza, e che naturalmente merita anche una squadra di alto livello, come quella del Napoli. Quindi abbiamo tutti delle aspettative e vogliamo andare a fare come l'anno precedente. Chiederanno lo scudetto? Quello non è nulla di nuovo che lo chiederanno (ride, ndr). Vista la stagione precedente, con grandi risultati e grandi partite. Siamo stati in Champions da quando siamo partiti e ci siamo arrivati con largo anticipo. Poi ci sono delle partite dove potevamo fare qualcosa di più, quelle fanno male a tutti. Però poi bisogna considerare il percorso importante di crescita della squadra, su campi difficilissimi. È chiaro che ora si aspettano tutti che vengano rifatte quelle vittorie, però non è facile: non si parte a +9 dalla Juve e con quella distanza da Roma e Lazio, quindi rientrare fra le prime quattro sarà difficilissimo. Poi se siam bravi come l'anno scorso, dobbiamo ripeterci e provare a lottare con le squadre in alto in classifica. Tutto abbastanza normale".

Notizie Calcio Napoli