UEFA, Ceferin

Superlega, la UEFA insiste: "Il procedimento contro Juve, Real e Barça riprenderà"

09.06.2021
19:50
Redazione

Nuovo comunicato dell'UEFA contro la Superlega: il procedimento disciplinare contro Juventus, Real Madrid e Barcellona proseguirà nonostante la sospensione dell'organo di Appello

Ultime calcio - Novità sul fronte Superlega. Qualche ora fa la Commissione di Appello UEFA aveva annunciato la sospensione del procedimento disciplinare contro Juventus, Barcellona e Real Madrid: la decisione sembrava aver archiviato definitivamente l'ipotesi di squalifica dei tre club dalle competizioni europee.

Con un nuovo comunicato, però, l'UEFA ha precisato che il procedimento disciplinare avrà seguito e che la decisione dell'organo di Appello non pone la parola fine sulla questione. Insomma, vuol dire che la notifica del Ministro di Giustizia svizzero non ha nulla a che fare, come spiega l'UEFA, con quello che sarà il giudizio finale. 

Superlega, comunicato UEFA

Questo il comunicato della Uefa sulla Superlega:

La UEFA prende atto della decisione presa oggi dalla Commissione di Appello UEFA indipendente di sospendere temporaneamente il procedimento disciplinare che era stato aperto contro FC Barcelona, Juventus FC e Real Madrid CF per una potenziale violazione del quadro giuridico UEFA in relazione al cosiddetto Progetto Superlega. La decisione dell’organo d’appello UEFA indipendente è stata presa senza pregiudizio per la questione dell’esecutività dell’ordinanza del

tribunale in Svizzera. Facendo affidamento sull’ordinanza del tribunale, i tre club citati hanno cercato di proteggersi da potenziali conseguenze disciplinari legate al progetto Superlega.

La UEFA comprende il motivo per cui i procedimenti disciplinari devono essere sospesi per il momento, ma rimane fiduciosa e continuerà a difendere la propria posizione in tutte le giurisdizioni pertinenti. La legittimità dei procedimenti disciplinari sportivi, con il diritto di ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport, è stata a lungo riconosciuta come essenziale per l’amministrazione uniforme della giustizia nello sport. La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, i Tribunali dell’UE e il Tribunale Federale Svizzero hanno ripetutamente stabilito che le regole disciplinari/arbitrali sono giustificate da interessi legittimi legati alla natura specifica dello sport.

La UEFA, quindi, ha agito in conformità non solo con il proprio Statuto e Regolamento, ma anche con il diritto dell’UE, la Convenzione europea dei diritti dell’uomo e il diritto svizzero nell’aprire un’indagine indipendente sulla condotta dei club associati al progetto Superlega. La UEFA adotterà tutte le misure necessarie in stretta conformità con il diritto nazionale e dell’UE affinché la Commissione di Appello UEFA sia in grado di riprendere il procedimento disciplinare il prima possibile”.

Notizie Calcio Napoli