Esterni di Spalletti poco prolifici? I dati dal 1997 al 2022 di tutte le ali allenate da Luciano: Mancini e Salah lo ringraziano ancora | FOCUS

11.03.2022
10:00
Bruno Galvan

Ultimissime Napoli, tutti i dati delle ali allenate da Luciano Spalletti nel suo percorso da allenatore nei massimi campionati nazionali. Salah e Mancini top assoluti.

Notizie calcio Napoli - La sconfitta interna contro i rossoneri ha aperto un dibattito tecnico sulle direttive tecnico-tattiche che Spalletti dà ai suoi esterni che quest’anno, vuoi anche per infortuni e scarso stato di forma, non stanno rendendo in termini realizzativi come la passata stagione. È un problema di uomini? È un problema di caratteristiche? Può darsi. Il paradosso più grande è rappresentato dal dato che vede lo score realizzativo delle ali peggiorato da quando è rientrato Osimhen.  In questi giorni si è parlato molto dei compiti dati a Spalletti a Insigne, Politano, Ounas, Elmas e Lozano. Si è parlato di indicazioni troppo difensive che di fatto fanno perdere lucidità a codesti atleti in zona gol. Di seguito siamo andati ad analizzare i dati di tutti gli esterni avuti in carriera dall’attuale allenatore del Napoli in serie A partendo dal 1997 ad oggi. Nel computo non sono stati analizzate le annate dove è stato esonerato oppure è subentrato in corsa.

Esterni offensivi Spalletti dal 1997 al 2022

  • Empoli 1997-98 – Sono tre i moduli utilizzati: 4-4-2, 5-3-2, 3-4-3. L’esterno con più gol è Giovanni Martusciello (6) seguito da Ametrano, Tonetto e Bonomi a 3.
  • Udinese 2002-03 – Si gioca con il 4-4-2, 3-4-3, 3-4-1-2. L’esterno più prolifico è Marek Jankulovski con 5. L’ex Napoli precede Jorgensen di una marcatura.
  • Udinese 2003-04 – Spalletti alterna tre moduli: 3-4-3, 3-4-2-1, 4-3-3. Anche qui è Jankulovski il miglior esterno con 6 reti. Seguono Jorgensen 3 e Castroman 1.
  • Udinese 2004-05 – Gli schemi prevedono 3-4-3 e 3-5-2. David Di Michele va in doppia cifra con 15 centri. Alle sue spalle Di Natale con 7 e Jankulovski 4.
  • Roma 2005-06. Inizia il ciclo del 4-2-3-1. Amantino Mancini mette a sego 18 gol mentre l’altro esterno Taddei ne piazza 9.
  • Roma 2006-07 - Mancini si conferma in doppia cifra (12), Taddei 7 e Wilhelmsson 1.
  • Roma 2007-08 – È ancora Mancini il re degli esterni con
    13 reti. Alle sue spalle c’è Giuly 8, Taddei 7 e Cicinho 3.
  • Roma 2008-09 – Vucinic gioca largo a sinistra diventando una sorpresa con 14 reti. Alle sue spalle Menez 4 e Taddei 2 sono il magro bottino dalle corsie esterne.
  • Zenit 2009-10 – Anche qui come l’epopea Roma si gioca con il 4-2-3-1. È il portoghese Danny il miglior sterno goleador con 10. Seguono: Bystrov 6, Zyryanov 2 e Rosina 2.
  • Zenit 2010-11 – Ancora Danny davanti a tutti anche se non raggiunge la doppia cifra come l’annata precedente. Il portoghese si ferma a 9 e precede Fayzullin 4 e Arshavin 3.
  • Zenit 2011-12 – Vanno in doppia cifra sia Danny (11) che Arshavin (10).
  • Zenit 2012-13 – Zyrianov e Fayzullin i migliori con 6. Danny si ferma a soli 4 centri.
  • Roma 2016-17- Salah superstar con ben 19 reti. L’egiziano staccò El Shaarawy che si fermò a 12 precedendo Perotti a 9.
  • Inter 2017-18 – Ivan Perisic con 11 fu il migliore del ruolo. Dopo di lui c’è Eder con 3, Cancelo e Karamoh con 1. Si segnala lo 0 alla casella gol di Candreva.
  • Inter 2018-19 – Nessuno va in doppia cifra ma tutti gli esterni segnano in modo quasi uguale. Davanti c’è sempre Perisic con 9. Seguono Politano 6, Keita 5 e Candreva 3.
  • Napoli 2021-22 – Insigne guida la classifica degli esterni con 9. Alle spalle del capitano troviamo Elmas 6, Lozano 5, Politano 3 ed Ounas 2.

Perché gli esterni di Spalletti segnano poco?

Riassumendo i numeri sopracitati viene fuori un dato molto interessante. In 25 anni di serie A – di cui 16 allenati per interamente -, Spalletti ha sempre avuto un’equa distribuzione di reti degli esterni. Dieci volte ha portato giocatori laterali d’attacco in doppia cifra (il record è di Mancini con 3). Mohamed Salah è il primatista assoluto con 19 reti stagionali. L’ultimo calciatore allenato da Luciano andato in doppia cifra è Perisic nella stagione 2017-18 quando il croato ne fece 11 stagionali. La situazione attuale dei gol esterni, come rendimento, somiglia molto a quella dell’ultimo anno in nerazzurro di Spalletti anche se lo score può essere migliorato, si spera, avendo ancora dieci gare a disposizione.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Calcio Napoli