Senza lode, senza infamia e senza un euro speso (per il terzo mercato di fila)

31.01.2022
20:10
Gaetano Pantaleo

Mercato Napoli: senza lode, senza infamia e senza un euro speso per il terzo mercato di fila

Ultime notizie calcio mercato Napoli - Ci si aspettava un mercato soporifero in Serie A e così è stato, eccezion fatta per i colpi piazzati da Juventus ed Inter. In casa Napoli era iniziato come peggio non poteva, con la cessione di Manolas all'Olympiakos ufficializzata ancor prima dell'apertura della sessione invernale e con ancora delle gare del 2021 da giocare (con soli due difensori a disposizione, visto l'infortunio di Koulibaly). Gli azzurri, però, pur senza fondi a disposizione, non si sono fatti trovare impreparati ed hanno prontamente risposto, regalando già il 7 gennaio a Luciano Spalletti Axel Tuanzebe, che va a completare, da quarto centrale, il pacchetto arretrato. La macchia concreta è rappresentata ancora una volta dal fatto che resta l'incognita Ghoulam sulla corsia sinistra: le risposte fin qui date sono state rassicuranti e fanno ben sperare, ma la sicurezza e la serenità sono ben altra cosa. Tutti i tifosi hanno accarezzato il sogno di poter accogliere Mathias Olivera. La vera ferita da rimarginare nei cuori dei tifosi è però indubbiamente aver visto Lorenzo Insigne annunciare il suo approdo in estate al Toronto poco prima della gara contro la Juventus. Non ci sono responsabilità della società, ma quei teatrini a due giorni dalla partita più

importante e delicata dell'anno fanno male. Dall'altra parte, però, è innegabile che, se confermata, aver resistito all'offerta del Newcastle per Fabian Ruiz e per Osimhen è una nota di merito. Soprattutto per lo spagnolo, che in estate dovrà essere ceduto con un solo anno di contratto e, di conseguenza, ad un prezzo condizionato da questo aspetto.

Mercato Napoli low cost

Per la terza sessione di fila (mercato invernale dell'anno 2020/2021, estivo ed ancora invernale della stagione 2021/2022) il Napoli ha praticamente operato a costo zero, dal momento che gli unici tre colpi messi a segno in queste tre finestre sono stati i prestiti di Anguissa prima e di Tuanzebe poi e l'arrivo a parametro zero di Juan Jesus. Insomma, tutto si potrà dire meno che in questo ultimo anno e mezzo le casse del club partenopeo non abbiano tirato un sospiro di sollievo. Insomma, una sessione di gennaio senza lode e senza infamia, che si adagia comodamente su un 6 (a cui magari si può aggiungere un mezzo voto di fiducia per le prove che offrirà il centrale inglese) e che è durata, di fatto, solo fino all'ufficializzazione dell'arrivo dell'ex Aston Villa, vale a dire una settimana.

Cristiano Giuntoli mercato Napoli
Notizie Calcio Napoli