UFFICIALE - Plusvalenze Napoli, De Laurentiis e CDA tutti prosciolti! Inchiesta FIGC bolla di sapone, zero squalifiche e multe. Juve salva

15.04.2022
16:38
Redazione

Inchiesta plusvalenze, tutti prosciolti. Clamorosa ultim'ora. Secondo Repubblica il processo che vedeva Juventus, Ssc Napoli coinvolte è finito come una bolla di sapone

Napoli calcio, clamorosa anticipazione de La Repubblica. Nell'ultim'ora in home page infatti campeggia il titolo: "Inchiesta plusvalenze: tutti prosciolti"

Secondo il quotidiano il processo sulle plusvalenze scompare come una bolla di sapone. Tutti prosciolti: nemmeno un giorno di squalifica, nemmeno un euro di multa. L’impianto accusatorio della Procura federale frana drammaticamente già in primo grado. Un collasso rumorosissimo, che imbarazza inevitabilmente il procuratore federale Giuseppe Chinè, che aveva chiesto per il presidente della Juve Andrea Agnelli 12 mesi di inibizione e per quello del Napoli Aurelio De Laurentiis 11 mesi e 5 giorni: in tutto attendevano la sentenza 59 dirigenti e undici società.

Inchiesta plusvalenze Juve Napoli, tutti prosciolti

Per le motivazioni bisognerà attendere, ma si tratta di una sconfitta nel merito: il

verdetto demolisce infatti l'impianto accusatorio, fondato sul sistema di valutazione "corretta" dei calciatori, da cui la Procura aveva determinato i valori gonfiati e di conseguenza le plusvalenze che aveva ritenuto, dichiaratamente "fittizie". Un sistema fondato su un "modello di valutazione" inventato dalla procura stessa, che poi aveva raffrontato i propri valori con quelli di Transfermarkt, un sito internet che determina le valutazioni sulla base di un forum di discussione degli utenti. Probabile che ora Chinè presenti appello, ma a questo punto è passato un concetto in maniera quasi insuperabile: decidere a tavolino quale sia il valore corretto di una transazione è impossibile.

Notizie Calcio Napoli