Sbagliando si impara: 116 giorni per capire ognuno i suoi errori

20.05.2021
17:00
Bruno Galvan

Da Verona a Verona sono passati 116 giorni

CALCIO NAPOLI - Da Verona a Verona sono passati quattro mesi, per la precisione 116 giorni (eravamo al 24 gennaio 2021). Senza dubbio quella gara ha rappresentato uno spartiacque fondamentale per la stagione del Napoli sotto tanti punti di vista. E' stato il punto di non ritorno tra De Laurentiis e Gattuso: mai nella storia dell'era ADL si era arrivati ad uno scontro così diretto davanti alle telecamere. Ad un certo punto è sembrato essere all'interno dell'asilo Mariuccia dove si andava avanti con dispetti, mezze parole o bordate indirette affidate agli amici degli amici. Non è stato un momento facile per nessuno. In questa battaglia si sono fatti male un po' tutti. Oggi tra il presidente ed allenatore i rapporti sono tornati per certi versi più sereni rispetto al frastuono del post Bentegodi. E' servito un girone ad entrambi per capire gli errori commessi. Da persone intelligenti si sono resi conto che si è andati un po' sopra le righe.

De Laurentiis è sempre stato così e non cambierà mai. L'incazzatura per quel Napoli costoso (ricordiamo gli oltre 100 milioni lordi di stipendi) che non girava lo ha fatto sbottare. Onestamente, non crediamo al fatto che si sia lasciato ingenuamente

scappare, in una chiacchierata con qualche nostro collega, tutta la rabbia per quel 3-1 al Bentegodi. Reputiamo il presidente una persona scafata e lungimirante. Ha fatto trapelare questo casting sui giornali per scuotere lo stesso Gattuso. All'apparenza, almeno per noi, non c'è stata malafede ma al contempo quella chiacchierata con qualche giornalista prescelto poteva risparmiarsela. L'errore sta qui. Sarebbe bastato chiamare direttamente Rino anche mandandosi a quel paese come accade tra due caratteri forti. 

Anche il mister, peccato gli abbiano messo la museruola, ha capito gli sbagli sul piano tecnico e mediatico. Si è sempre preso le responsabilità come quando ha ammesso di aver tenuto troppo tempo Rrahmani fuori per dare spazio ad un Maksimovic assai deludente quest'anno. Dal punto di vista mediatico poteva gestire meglio anche lui quel momento. 

Domenica bisognerà vincere per raggiungere la Champions e chiudere in bellezza un'annata dove non è mancato nulla dal punto di vista degli infortuni e del Covid. L'augurio è che questa sit-commedy tra De Laurentiis e Gattuso possa terminare nel miglior modo possibile. Se ci sarà o meno un colpo di scena non lo sappiamo. L'importante, come cantava Mina, è finire...tra le prime quattro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Calcio Napoli