Vaccino

Vaccino Covid, scoppia la polemica! Crisanti: "Senza i dati, non me lo faccio", arriva la risposta del Cts

22.11.2020
11:45
Redazione

Vaccino coronavirus, polemiche tra il microbiologo Andrea Crisanti e il comitato tecnico scientifico

Vaccino coronavirus, grandi polemiche in Italia tra il microbiologo Andrea Crisanti e il Comitato Tecnico Scientifico. Le ultime notizie sul Corriere della Sera questa mattina.

Vaccino Covid19, la polemica di Crisanti

«Senza aver letto i dati, il vaccino non me lo faccio perché voglio essere rassicurato che sia stato testato e soddisfi tutti i criteri di sicurezza ed efficacia. Come cittadino ne ho diritto», aveva detto così Andrea Crisanti, microbiologo, a proposito del vaccino per il coronavirus che sta per essere lanciato prima negli Stati Uniti d'America e poi in Europa e in Italia.

Non sono bastate le prese di distanza a caldo dei colleghi. Non è bastato lo sconcerto del presidente del consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli. A redarguire il microbiologo Andrea Crisanti è sceso in campo compatto l’intero Comitato tecnico scientifico. Una parola, secca: «Inaccettabili» per rinviare al mittente le dichiarazioni di Crisanti sui vaccini. Vaccini che dovranno essere accessibili a tutti, come ha sottolineato il presidente del Consiglio Giuseppe

Conte a margine della riunione del G20. Di più: secondo il nostro premier l’imperativo deve essere garantire l’accesso alla diagnosi, alle terapie, e ai vaccini a tutta la comunità mondiale: per l’Italia sono beni pubblici globali, diritto di tutti e non privilegio per pochi

La risposta del Comitato tecnico scientifico sul vaccino

"Tutte le azioni che riguardano i vaccini, in Italia e nel mondo, vengono fatte sotto rigidissimi controlli da parte delle agenzie regolatorie internazionali e dell’Aifa. Sono dunque da censurare le dichiarazioni di Crisanti, sia per i contenuti errati" sia per la "superficialità con cui sono state pronunciate". Così ha replicato a Crisanti il CTS italiano.

Anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha commentato: "A fine gennaio ci sarà una campagna senza precedenti che richiederà tutte le energie in campo. La questione vaccini merita la massima attenzione sia sul fronte antinfluenzale sia su quello per il Covid".

Tutta la comunità scientifica ha respinto le parole di Crisanti, e qualcuno ha provato a minimizzare: "E' stato frainteso".

Notizie Calcio Napoli