IL GIORNO DOPO...Napoli-Sampdoria: il regalo di Natale di Gattuso a Ranieri e quello che non vorrebbe fare a Conte. Lozano ha posato il sombrero

14.12.2020
13:20
Redazione

Il giorno dopo Napoli – Sampdoria. Siamo in prossimità del Santo Natale e Gattuso si sente buono e decide di regalare un uomo a centrocampo al navigato e più attempato collega Claudio Ranieri. L’attuale Fabian Ruiz non è in condizione, in coppia con Zielinski è addirittura improponibile. Nella zona nevralgica si decidono le partite e gli azzurri rischiano di comprometterla con un primo tempo inguardabile o quasi. Praterie offerte ai blucerchiati e in una di queste si infila Jankto che approfitta dell’assenza in zona di Di Lorenzo impegnato nell’ennesima e inutile sortita offensiva. Altro elemento che avrebbe bisogno di un sano periodo di riposo. Nell’occasione del vantaggio dei liguri, discutibile anche la posizione di Meret. Con il pallone a centrocampo, è incollato nella sua area di porta. Il controllo del centrocampista doriano non è dei migliori, fosse stato all’altezza del disco del rigore, avrebbe fatto suo quel pallone. Migliorerà anche in questo.

Il giorno dopo Il Napoli – Sampdoria. Nell’intervallo Gattuso si incattivisce. Metabolizza che il Santo Natale è ancora lontano e che per i regali c’è ancora tempo. Qualcuno gli comunica che la girandola delle sostituzioni può anche iniziare al 46° e non per forza al 60° inoltrato. Restano così

negli spogliatoi il citato Fabian Ruiz e Politano. Entrano Lozano e Petagna che, numeri alla mano, gireranno la partita. Il primo entra che sembra tarantolato, ha da tempo smesso il sombrero sotto il quale lo scorso anno si abbandonava a rilassanti pennichelle in campo e ci impiega poco per approfittare dell’ennesimo assist di Mertens: attacca il primo palo e impatta la gara. Non è ancora contento, non è domo e neanche fortunato. Dal limite centra il palo che gli nega la doppietta personale. Intuisce che è il suo pomeriggio di gloria e dal fondo gira forte e teso per Petagna che questa volta non può sbagliare. Partita ribaltata e tutti felici e contenti.

Il giorno dopo Napoli – Sampdoria. Azzurri che restano nella parte alta della classifica. Qualcuno storce il naso per il gioco non certo spettacolare e perché spesso e volentieri, l’approccio alle gare non è sempre dei migliori. Purtroppo si gioca troppo e ci si allena poco e male. Al momento, non si intravedono formazioni che stiano facendo benissimo. E quindi, mai come ora contano i risultati che fanno morale e classifica. Dopodomani si torna in campo. Per gli azzurri, prima vera sfida di vertice della stagione. Gattuso ha capito che il Natale è lontano. Per i regali c’è tempo. Sono partite dove è vietato farne.

Stefano Napolitano

Notizie Calcio Napoli