Non ridimensionamento, ma presa di coscienza (cit.)

05.07.2021
18:00
Claudio Russo

Nikola Maksimovic può tornare al Napoli? Ci sarebbe una logica economica dietro una mossa del genere

99 partite e 2 gol in quattro anni e mezzo, inframezzati da un prestito allo Spartak Mosca pur di giocare. Dire che Nikola Maksimovic abbia lasciato un segno indelebile nella storia recente del Napoli non aderisce integralmente alla realtà, no: certo economicamente i circa 26 milioni di euro spesi tra prestito ed obbligo di riscatto il 31 agosto 2016, con un acquisto concluso nelle ultime ore di mercato in fretta e furia, hanno rappresentato un peso enorme sulle spalle del serbo, gravate di aspettative rispettate molte meno volte di quanto si aspettassero praticamente tutti. Tifosi in primis, De Laurentiis subito dopo.

Da poco meno di una settimana, Nikola Maksimovic è svincolato: col Napoli le trattative per il rinnovo si arenarono mesi fa, di fronte a richieste economiche ritenute fuori budget dal club. Non ha squadra, ma qualche interessamento c’è in giro per l’Italia e per l’Europa. A sorpresa, ma non fuori logica, il nome di Maksimovic resta nella galassia d’influenza Napoli. Per quale motivo, si chiederanno quelli che mantengono nella propria mente una serie di sbavature difensive?

Prima di obiettare questioni tecniche e tirare in ballo prestazioni negative - ce ne sono, eccome se ce ne sono -, il ragionamento da fare è unicamente economico. Nulla di più, non si scappa altrove. Il Napoli ha bisogno di completare il reparto difensivo con un quarto centrale alle spalle di Koulibaly, Manolas e Rrahmani

: in questo momento avrebbe a disposizione Sebastiano Luperto, rientrato da un prestito così così nella squadra che ha chiuso il campionato di Serie A al penultimo posto - ma utile per la questione liste, è cresciuto nel vivaio. Maksimovic non avrebbe problemi di ambientamento, conoscerebbe già i compagni, ma soprattutto costerebbe zero (commissioni escluse) dal punto di vista del cartellino: basterebbe quest’ultimo punto a De Laurentiis, che la settimana scorsa ha dipinto ed enfatizzato un quadro al limite del disastroso, anche per provare a calare le aspettative dei tifosi (tentiamo di rispondere noi: è quasi impossibile).

"Non è che c'è un ridimensionamento, c'è una presa di coscienza che da un punto di vista bilancistico, il budget va rivisto. Sennò devi far fallire il Napoli. Se tu il Napoli lo vuoi riportare sul binario giusto, devi assolutamente tagliare le spese eccessive" - Aurelio De Laurentiis

Perchè il nome di Maksimovic dovrebbe gravitare nell’orbita Napoli? Perchè in un mercato al risparmio, per il Napoli e per tutti i club in difficoltà, tornare sui propri passi e rifirmare, eventualmente, un difensore lasciato andare via a parametro zero, risulterebbe economicamente conveniente rispetto alla ricerca di un altro centrale, magari più giovane e futuribile, ma dal prezzo del cartellino più pesante. Se De Laurentiis vuole calare le spese, può far leva sulla volontà di Maksimovic di rimanere a queste latitudini, facendo gioco sulla crisi economica - e sul rendimento così così del calciatore -, trovando un accordo a più miti termini finanziari. Uomini economici, destini economici: non c’è altra strada. Accettarla, però, è un'altra cosa.

Notizie Calcio Napoli