Quanto valeva Napoli-Verona? Troppo, Aurelio De Laurentiis non gradirà

26.06.2021
14:30
Claudio Russo

La UEFA garantirà ai club della Champions League due miliardi di euro, per quelli dell'Europa League 465 milioni. Quanto valeva quel Napoli-Verona?

In attesa della conferenza stampa di mercoledì, all’interno della quale il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis tratterà innumerevoli temi sportivi, torniamo un attimo su Napoli-Verona. Non per parlare del gol di Faraoni o della delusione dei tifosi, acuita dal silenzio societario che ha dato adito e spazio a teorie più o meno condivisibili. Ma sulla differenza economica che ha creato quel match, destinato a portare il Napoli in Europa League e non in Champions League.

Quanto valeva Napoli-Verona?

Grazie alle anticipazioni di Calcio&Finanza sulle cifre destinate ai club dalla UEFA nel triennio 2021-2024, con i nuovi contratti televisivi in atto, possiamo quantificare l’impatto che avrebbe avuto la Champions sulle casse del Napoli - e sul mercato, e sui rinnovi e chi più ne ha più ne metta.

Champions League 2021-22 le cifre ai club

Per la fase a gironi la UEFA distribuirà ai club un totale di 2,022 miliardi di euro (rispetto a 1,950 miliardi per il triennio 2018/21).

In caso di qualificazione ai gironi eliminatori, il Napoli avrebbe avuto un introito garantito di 15,64 milioni di euro (15,25 nel 2018/21). Aumentati anche i premi partita (2,8 milioni per ogni vittoria, 2,7 nel 2018/21; 930mila euro per pareggio, 900mila nel 2018/21); rialzi anche per le qualificazioni alle fasi ad eliminazione diretta (ottavi da 9,5 a 9,6mln, quarti da 10,5 a 10,6, semifinali da 12 a 12,5, finale da 15 a 15,5, vittoria da 4 a 4,5), e per il ranking decennale (quote da 1,108 a 1,137mln, posizione da definire).

Per quanto riguarda il market pool televisivo, invece, cifre da stabilire solo al termine della Champions, in relazione anche alle partite giocate dalle squadre italiane.

Europa League 2021-22 le cifre ai club

Per la fase a gironi a UEFA distribuirà ai club un totale di 465 milioni di euro, in calo rispetto ai 510 milioni per il triennio 2018/21 per la diminuzione del numero delle squadre da 48 a 32: i club incasseranno maggiori somme per la partecipazione. Quantificate in?

Il Napoli, così come gli altri 31 club che si qualificano per la fase a gironi, riceverà una quota di partecipazione di 3,63 milioni di euro (nel triennio 2018/21 erano 2,92mln). Così come in

Champions League, anche nella seconda competizione europea aumenteranno - di pochissimo - le cifre relative ai risultati ottenuti nelle sei partite del girone eliminatorio: una vittoria porterà nelle casse del Napoli 630mila euro (570mila nel 2018/21), un pareggio 210mila (190mila nel 2018/21).

Vincere il girone garantirebbe un bonus di 1,1 milioni di euro (1 nel 2018/21), arrivare secondi 550mila euro (500mila nel 2018/21): da qui la fase ad eliminazione diretta, con pochi aumenti rispetto all’ultimo triennio (500mila euro per lo spareggio post-girone 3° Champions/2° Europa League, ottavi da 1,1 a 1,2mln, quarti invariati a 1,8mln, semifinali da 2,4 a 2,8mln, finale invariata a 4,6mln, vittoria altrettanto ferma a 4mln).

Per il ranking decennale la quota minima è da 132mila euro: il Napoli potrebbe essere tra le prime cinque squadre del ranking, ma ciò varrebbe solo 3,7-4,2 milioni. Ragionamento uguale alla Champions per il market pool televisivo, con cifre da stabilire solo al termine dell’Europa League, in relazione anche alle partite giocate dalle squadre italiane.

Riassumendo, partecipare alla Champions - senza contare premi legati alle performance e gli incassi da stadio, quando riapriranno - garantirà 15,64 milioni di euro ai quali andranno sommati il ranking storico (nel 2019-20 15,5 milioni) ed il market pool televisivo (nel 2019-20 14,05 milioni). Per l’Europa League, invece, siamo a 3,63 milioni più ranking storico (attorno ai 3,7-4,2mln) e market pool (nel 2019-20 le tre italiane hanno incassato sui 7mln a testa).

Nell’ultima stagione in Champions, la 2019-20, il Napoli aveva incassato 63,7 milioni tra partecipazione (15,25), ranking storico (15,51), market pool (14,05), bonus prestazioni (11,06) e qualificazione agli ottavi (9,5). A voi il calcolo su quanto potesse valere Napoli-Verona.

PS: nella stagione 2019-2020, bloccata dal Covid e penalizzata economicamente, lo Zenit San Pietroburgo - ventesimo nei ricavi UEFA con circa 40 milioni ed eliminato ai gironi - ha ottenuto più dei 34,6 milioni di euro di premi del Siviglia campione di Europa League.

FOTO ALLEGATE
Notizie Calcio Napoli