Sconcerti: "Il Napoli torna ad essere se stesso. Serra? Non ha più responsabilità di Hernandez: è lui a sbagliare il rigore"

18.01.2022
23:40
Redazione

Sconcerti sul Milan e il Napoli

Mario Sconcerti, decano del giornalismo sportivo e opinionista di TMW Radio, ha così parlato a Stadio Aperto di Milan-Spezia e non solo:

Ultime calcio

Sconcerti sul Milan e il Napoli

“Vanno regolamentate certe situazioni, non si vede un arbitro così contestato per aver fischiato. Quanto tempo bisogna aspettare perché si applichi il vantaggio e perché non si applica dappertutto? Se tutti i falli vanno aspettati non ce ne sono più. Se c’è un fallo si fischia e la decisione è corretta. Se si vuole andare sulla filosofia allora bisogna spiegarmi perché l’arbitro abbia più responsabilità di Hernandez che ha sbagliato il rigore. Non ci casco in questa storia”.

Si rischia di fare dietrologia?
"Posso anche arrivare a pensare che sia arrivato a tirare così e a segnare perché

il portiere era fermo. Fosse capitato allo Spezia non so cosa sarebbe capitato, il Milan è stato sfortunato ma se Theo segna il rigore vince la partita".

Perché allora le scuse dell'AIA?
"Evidentemente per il loro regolamento c'è un errore. Poi però vorrei sentire le scuse dell'AIA per ogni errore arbitrale. Quanto avrebbe dovuto aspettare l'arbitro? Un secondo? Due? Cinque? Se facciamo così su ogni fallo quando si gioca?".

Il Napoli ieri ha rilanciato le proprie ambizioni?
"Sì, perché ha giocato bene. Ho visto male il Bologna, che comunque aveva tante assenze. Via via che recupera giocatori, il Napoli torna ad essere stesso: una gran bella squadra. Ora sarà molto interessante la corsa Champions: avere dietro la Juventus di Allegri, che ha trovato l'equilibrio, è una rottura di scatole enorme per tutte tranne che per l'Inter, che può discretamente fregarsene".

Notizie Calcio Napoli