Protocollo anti-Coronavirus, protesta Giuntoli: "E' valido per tutti o meno? La Roma non l'ha rispettato!"

07.07.2020
12:10
Redazione

Ultime calcio Napoli - Protesta Cristiano Giuntoli per il mancato rispetto delle norme anti-Coronavirus al San Paolo per quanto riguarda la Roma

Ultimissime calcio NapoliDomenica sera, contro la Roma, ha protestato e non poco il Napoli nella serata del 2-1 del San paolo. Il motivo? Il club partenopeo, in particolare il direttore sportivo, Cristiano Giuntoli, ha protestato per il mancato rispetto del protocollo anti-Coronavirus da parte della Roma.

Protocollo anti-Coronavirus, protesta Giuntoli: la polemica con la Roma

A raccontarlo è l'edizione odierna di Repubblica:

Ma al San Paolo è stata anche una notte di veleni, con le accuse del club alla Roma. «Ci devono dire se il protocollo sanitario è valido per tutti o meno: i giallorossi non potevano portare in panchina tutti i giocatori e invece lo hanno fatto lo stesso, nonostante le nostre segnalazioni. I nostri nel primo tempo erano in tribuna, nel rispetto delle regole di distanziamento»

, ha alzato la voce il ds Cristiano Giuntoli, dopo aver fatto già in campo le sue rimostranze all’arbitro Rocchi. Fonseca a fine gara ha ordinato alla sua squadra di svolgere pure un allenamento defaticante sul prato di Fuorigrotta, violando così un altro caposaldo della complicata normativa "anti coronavirus". I rivali hanno fatto però sapere di essere stati autorizzati dalla Lega già nelle due partite precedenti.

Cristiano Giuntoli
Notizie Calcio Napoli