Il giorno dopo Napoli-Sassuolo...La lettura di De Zerbi e la grande bruttezza degli azzurri

02.11.2020
10:30
Redazione

Il giorno dopo Napoli Sassuolo

Il giorno dopo Napoli–Sassuolo. Napoli bello brutto e cattivo in Spagna. Ieri solo brutto.  Di bello si è visto poco e niente.  Così come la cattiveria, ieri è mancata anche quella. Pessimo l'approccio alla gara. Peggio ancora il resto e la "lettura " della partita. De Zerbi senza il trio d'attacco titolare. Azzurri senza Insigne. La sua fantasia è pesata tantissimo. L'organizzazione degli emiliani maschera le assenze.  Di contro, Napoli senza idee. Lento, senza ritmo e anche eccessivamente presuntuoso. 

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Un paio di occasioni sprecate nel primo tempo.  Migliore l'approccio ad inizio ripresa, ma proprio nel momento migliore, da un pallone banalmente perso da Lozano, anonima la sua prestazione e tardiva la sua sostituzione, l'azione del rigore che sblocca la gara. Gattuso prova a rimediare con i cambi.  Una girandola di sostituzioni che non porteranno a niente.  Tardivi i cambi. Inutile o quasi aspettare di andare sotto per attingere a forze fresche. Sotto di una rete, il mister si gioca la carta del doppio centravanti ed allarga Mertens a sinistra. Il belga giocherà in quella posizione appena cinque minuti.  Gli basteranno per divorarsi il goal del pari. Ci può anche stare. Poi sarà richiamato

in panca. Ma in un Napoli senza idee come quello di ieri, resta uno dei pochi che può inventare qualcosa. Al suo posto Elmas che entra in campo insieme a Mario Rui. Il portoghese non sarà Roberto Carlos, ma la sua spinta offensiva aiuta tanto il laterale sinistro d’attacco creando superiorità numerica in quella zona di campo. Spesso se ne avvantaggia Insigne. Ieri, su quella fascia Lozano si è avvilito e ha avvilito molti tifosi. Tra gli altri, fuori anche Politano, ieri sicuramente tra i migliori.  

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Anche la posizione di Elmas è durata poco. Otto minuti per la precisione. Entrato Zielinski, il macedone si è ritrovato dirottato a destra. Ieri poche idee e tanta confusione. Il Sassuolo non ha mai perso la calma e ha continuato a giocare così come aveva iniziato. Tanto possesso, magari due passaggi avanti e uno indietro, ma hanno tenuto palla e innervosito e sfiancato gli azzurri che quasi mai si sono proposti in un pressing organizzato. Nel finale hanno legittimato il successo con la rete del raddoppio. 

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Sicuramente un passo indietro quello degli azzurri ieri sera. Siamo appena ad inizio stagione. Non è semplice essere sempre brillanti. Tempo e occasioni per recuperare non mancheranno. Basterà giocare un pochino meglio. Anche perché peggio di ieri non è una cosa semplice.

Notizie Calcio Napoli