Arbitro Ferrieri Caputi

Maria Sole Ferrieri Caputi sarà il primo arbitro donna in Serie A

25.05.2022
14:00
Redazione

32 anni, livornese, Maria Sole Ferrieri Caputi si prepara ad esordire in Serie A l'anno prossimo: sarà il primo arbitro donna nel massimo campionato di calcio italiano

Si chiama Maria Sole Ferrieri Caputi, ha 32 anni, è nata a Livorno e potrebbe essere il primo arbitro donna in Serie A. Oggi ne parla il Corriere della Sera, che spiega la volontà del presidente dell'Associazione Italiana Arbitri Alfredo Trentalange di dare al massimo campionato di calcio italiano il suo primo arbitro donna. Una decisione che arriverà "per meriti e non per privilegio".

Primo arbitro donna in Serie A

Di Ferrieri Caputi si parla benissimo, chi la conosce la considera una predestinata: i suoi parametri - assicurano i vertici - sono eccellenti. Il suo debutto in Serie A è vicinissimo ed è atteso per la prossima stagione 2022-2023. Già lo scorso dicembre è stata la prima donna a dirigere (benissimo) una squadra di serie A, il Cagliari, ma era Coppa Italia, sedicesimi di finale.

Maria Sole: "Al Picchi, da bambina, sbocciò l'amore per il calcio, poi <style>.midbanner { text-align:center; margin:0 auto; width:336px; max-width:100%; height:auto;}</style>
											   <div class=
il corso arbitri a 16 anni. Ora fischio in serie B" - QuiLivorno.it" src="https://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2021/10/IMG-20211013-WA0021.jpg?v=1634765718" />
Arbitro Ferrieri Caputi

E lei ci tiene a precisare: "Non chiamatemi arbitra, ma arbitro. Novanta volte su cento quando mi dicono arbitra è per sottolineare che sono una donna. Quindi preferisco arbitro. Credo che quando non ci sarà più l’esigenza di sottolinearlo, allora vorrà dire che ci sarà davvero parità. Io sono soltanto la punta dell’iceberg di un movimento in crescita. Sono soddisfatta, ma ho tanto da imparare".

Insomma, la Serie A guarda al futuro. Anche perché i Mondiali 2023 in Qatar vedranno già l'esordio di ben tre arbitri donne: Frappart, Mukasanga e Yamashita. Anche il calcio italiano vuole adeguarsi ai tempi che corrono, non per una questione ideologica, ma perché sono diverse le donne brave e pronte al grande salto: Ferrieri Caputi è solo la punta di diamante. 

Notizie Calcio Napoli