Godin, Simeone e Sarri in Atletico Madrid - Napoli

Falsi miti e godurie a metà: se si sostenesse il Napoli come si esulta per le disfatte della Juve...

21.02.2019
10:50
Redazione

Ultimissime calcio Napoli - Falsi miti Simeone e Godin dopo la vittoria dell'Atletico Madrid sulla tanto rivale Juventus, ma a Napoli dimenticano il passato.

Napoli - Social invasi di foto di Diego Pablo Simeone e Diego Godin con gran parte dei tifosi napoletani in festa manco se la squadra di Carlo Ancelotti avesse vinto l'Europa League. Il giorno dopo Atletico Madrid-Juve in città sono tutti felici ed i santi del giorno sono il cazzuto Diego Pablo ed il difensore promesso sposo nerazzurro dalla prossima estate. Peccato però che due anni fa questi signori, proprio contro il Napoli in una gara amichevole dell'Audi Cup, si resero protagonisti di gesti anti-sportivi e non solo. Il tanto osannato Godin fece un'entrata killer nei confronti di Adam Ounas scatenando un parapiglia vergognoso in campo. Maurizio Sarri e Pepe Reina inveirono come non mai verso il difensore uruguaiano che diede vita ad un teatrino squallido. Peggio fece Simeone giustificando quell'atteggiamento violento della sua squadra senza chiedere nemmeno scusa. Ieri a Madrid hanno perso tutti: dalla poca eleganza di Simeone e Cristiano Ronaldo alla furbata tentata da Bonucci sul gol di Gimenez. Roba da oratorio, non da Champions League. Napoli però ha la memoria corta ed in queste ore condivide le immagini di

Simeone e Godin quando poco tempo fa furono dipinti come 'macellai' da campo. I falsi miti non ci servono, piuttosto bisogna pensare a fare quadrato intorno ad Ancelotti e squadra.

Ha del paradossale poi, basti sbirciare sui social, l’esaltazione del Wanda Metropolitano, del tifo di quel lato di Madrid in cui comanda il Cholo che certamente incide (e mica poco!) sulla partita. Ed è paradossale perchè in un periodo in cui a Napoli lo stadio si è svuotato, sono gli stessi tifosi azzurri ad andare ad esaltare l’ambiente che si crea nelle partite casalinghe dell’Atletico, col sostegno di uno stadio sempre strapieno (tra l’altro con qualche coro scimmiottato proprio ai napoletani) e con un tutt’uno che si viene a creare con squadra e allenatore, Simeone, che è il frontman dei colchoneros. Ma si tifa più Atletico, per l’ambiente, per il carisma di Simeone, o si tifa più anti-Juve? Questo è davvero poco importante, la verità è che se il tifo napoletano, in questo periodo di scarsa vicinanza a squadra e società (senza entrare nel merito di motivi e fratture), sostenesse il Napoli come esulta e god(in)e alle disfatte bianconere avremmo uno stadio San Paolo invidiabile come il Wanda Metropolitano. E chissà, forse qualche punto in più. Perchè per anni lo slogan del tifo napoletano è stato sostenere che un San Paolo strapieno poteva spingere Davide a battere Golia.

Fonte : di Bruno Galvan e Manuel Guardasole
Notizie Calcio Napoli